Approccio Snoezelen

Pubblicazione1

Lo Snoezelen è un trattamento psicosociale innovativo per la gestione dei comportamenti difficili e per la promozione del benessere delle persone fragili, con demenza o con disabilità, basato su attività di rilassamento e stimolazione  multisensoriale che si svolgono in ambienti progettati ad hoc, quali i bagni assistiti o spazi dedicati.

Focos Argento promuove la diffusione e lo sviluppo dell’approccio Snoezelen nei contesti di cura, attraverso la creazione di ambienti Snoezelen e la trasmissione di competenze per l’applicazione di tale approccio.

Per un approfondimento sull’approccio e i trattamenti Snoezelen consulta il link di approfondimento.

o accentata2La formazione sull’approccio Snoezelen


Focos Argento affianca le Direzioni per l’intero percorso di creazione degli ambienti dedicati ai trattamenti Snoezelen (Snoezelen Room, bagno Snoezelen, angoli e stimoli Snoezelen nei nuclei):

  • progettazione degli ambienti
  • scelta, acquisto e montaggio degli ausili Snoezelen
  • impianto elettrico, progetto colore e finiture
  • direzione lavori.

.

o accentata2
La formazione sull’approccio Snoezelen


Focos Argento organizza percorsi formativi finalizzati all’acquisizione di competenze, metodologie e strumenti che possano essere applicati all’interno di diversi contesti di cura. Tali percorsi sono rivolti alle figure professionali dedicate alla cura e alla stimolazione della persona in condizioni di estrema fragilità:

  • educatori
  • infermieri
  • psicologi
  • terapisti occupazionali
  • terapisti della riabilitazione psichiatrica

 

o accentata2L’approccio Snoezelen nelle 24 h


Focos Argento propone percorsi di consulenza all’interno delle strutture socio-assistenziali per anziani, disabili e persone non autosufficienti finalizzati all’implementazione organizzativa dell’approccio Snoezelen attraverso l’affiancamento del gruppo di coordinamento e dell’equipe multiprofessionale per l’applicazione dell’approccio nel proprio contesto di cura e la parallela formazione del personale di cura sull’utilizzo degli stimoli nelle aree dedicate (bagno o stanza) e nelle 24 ore.